Il suono creatore dell’OM

Le Campane Tibetane suonate con i tradizionali batacchi di legno divennero preziosi strumenti musicali, in grado di armonizzare il Macrocosmo e il Microcosmo. Secondo la tradizionale cosmogonia dei popoli himalayani il mondo è nato dall’OM. Nello spazio originario si produsse una vibrazione che progressivamente si trasformò nel suono primordiale dell’universo.

Tale suono unisce gli elementi fondamentali che lo costituiscono, cioè l’etere, l’aria, il fuoco, l’acqua e la terra. La forza karmica aggrega gli elementi planetari costituendo la realtà terrestre nella sua varietà di aspetti e di vita.

Le campane, per la loro forma e la loro composizione, riproducono tale suono ricongiungendolo con ciò che più originariamente lo costituisce.

L’armonizzazione dell’uomo con il cosmo porterebbe all’eliminazione di quelle dissonanze energetiche che causano una rottura del legame tra l’uomo e l’universo, introducendo nel corpo la malattia e nell’anima lo smarrimento e la tristezza.

La corrispondenza del suono delle ciotole con quello dei movimenti planetari è dato dalla loro stessa struttura materiale. La lega in cui sono realizzate è composta di sette metalli, connessi ai sette corpi celesti del sistema solare:

  1. Oro per il Sole
  2. Argento per la Luna
  3. Ferro per Marte
  4. Mercurio per Mercurio
  5. Stagno per Giove
  6. Rame per Venere
  7. Piombo per Saturno

Perché farsi trattare con le campane tibetane

Il primo beneficio offerto dal suono della campana è il recupero della capacità di ascolto: di un suono esterno, del proprio respiro, del proprio cuore.

Il suono è assai benefico per l’equilibrio vitale e il recupero energetico. Oltre all’effetto rilassante si produce una riparazione di quei malfunzionamenti che possono alterare l’equilibrio cellulare profondo, determinando col tempo l’insorgere di malattie. La riparazione dei Chakra tende a regolarizzarne il funzionamento, ristabilendo un corretto e naturale scambio energetico tra i vari distretti corporei.

Benefici fisici

Si ha un riequilibrio psico-fisico. È molto efficace in caso di stress acutizzato. Il suono delle campane allontana le tensioni, favorisce una migliore qualità del sonno e dona sollievo in caso di mal di testa, affaticamento, disturbi digestivi e sbalzi di umore.

Le vibrazioni che risuonano provocano un massaggio interno; questo genera un effetto di drenaggio sui liquidi ed un’eliminazione delle tossine. Particolarmente indicato per problemi di ritenzione idrica e per rafforzare il sistema immunitario

Il corpo grossolano e corpo sottile

Il nostro corpo è composto da una parte grossolana legata alla materia di cui fanno parte i diversi sistemi: muscolare, nervoso, osseo, linfatico e circolatorio. Questi sistemi sono ben conosciuti in quanto si possono vedere, ma abbiamo anche dei canali sottili che sono invisibili, dove scorre l'energia vitale. Questi canali sono ben conosciuti anche dagli agopuntori. Le persone non pensano mai al loro corpo sottile, perché non possono né vederlo né toccarlo; e ciò che è "invisibile" per la nostra società materialistica non è di nessuna importanza. Ma in realtà prendersene cura è la cosa più importante che possiamo fare. Da questo deriva l'essere malati o sani, felici o infelici e così via. Le campane tibetane producono una vibrazione che risuonando all'interno del nostro corpo permette un'armonizzazione dell'energia dei 5 elementi ripristinando così la salute.